AVEVO SAPUTO QUEL GIORNO CHE LA SCRITTURA ERA CAMPO APERTO, VIA D'USCITA.
(ERRI DE LUCA - IL PIU' E IL MENO)

25 settembre 2015

I vostri blog preferiti del 2015.




Banner ideato da Gian De Steja







Seguendo Patricia Moll e il suo blog si fanno sempre scoperte interessanti e divertenti.
Come quella di segnalare tramite un MEME i blog che ci sono piaciuti di più nel vasto mondo del web.
L'idea, come indica Pat, nasce nel 2011 grazie a Nick Parisi e al suo blog Nocturnia.
E tutti gli anni viene riproposto, con successo.
Non è una catena nè un obbligo, ma se ci sono dei posti dove si sta davvero bene, ci si diverte, si discute e si ritiene di stare assieme a persone (pur virtualmente) che ci arricchiscono e ci donano sempre qualcosa di positivo, perché non farli scoprire  ad altri?
Segnalerò quelli che considero i miei blog must, gli emozionali, le new entry, i settoriali e se c'è qualche blog e blogger spariti dalla circolazione che mi sono rimasti nel cuore.

Aggiungo che sono inutili le critiche. Per cui è bene che si astengano troll e scassaballe.
Ecco il mio elenco:


BLOG MUST

L'ANGOLO DEL SORRISO di Nigel, Giovy, Pino, Franco, Gabrielle e me.
Il blog al quale mi onoro di collaborare. Un blog divertente e colloquiale dove è facile sorridere e farsi coinvolgere dalla simpatia dei blogger e dei partecipanti. Si passano dei minuti in allegra compagnia e ci si dimentica di tutto il resto.

ROCK MUSIC SPACE di Nella Crosiglia.
Non conosco nessuno più di Nella capace di coinvolgere e trascinare nel mondo musicale e artistico senza mai annoiare grazie alla sua competenza e alla sua simpatia. Ti fa riflettere, ricordare, amare, incuriosire e interessare in un attimo. Per me che amo la musica e l'arte come l'aria che respiro, è il massimo.

IL LINKAZZO DEL SKRITORE di Nicola Pezzoli.
Un amico, un grande scrittore. Un personaggio unico e assolutamente inimitabile. Nel suo mondo virtuale e non, c'è sempre modo di riflettere e di arrabbiarsi. Come nella vita, purtroppo. Ma quello che riesce ad evocare tramite le parole è qualcosa che ti rimane sotto la pelle a contatto con la parte più profonda di te.


NEW ENTRY

WE ARE NOT A FAMILY di Elsa March.
Che già nome e cognome mi avevano conquistato immediatamente. Ma arrivare da lei e scoprire il suo mondo e la sua "famiglia" sono stati un colpo al cuore. Bella scoperta.


EMOZIONALI

MIRTYLLA'S HOUSE di Patricia Moll
Di Patricia e del suo mondo mi piace ogni cosa. La sua è una casa accogliente con un gran bel divano, dove c'è posto per tutti. Le sue parole, le sue poesie, le filastrocche davvero speciali. Come lei.

Lì ti senti trascirane, dalle emozioni, dalle immagini, dal sentimento. C'è tanto amore, ma tanto, nel mondo di Gioia.

QUEER AS BLOG di Xavier.
Il blog del mio "ragazzo bello". Ci si incazza spesso da lui. Per forza, il mondo di oggi sta stretto a molti. E' pieno di differenze e ipocrisie. Un mondo che si fa fatica ad accettare. Ma con lui si urla forte. E non si da tregua alla sporcizia.


SETTORIALI

LA NOSTRA  LIBRERIA di Michele e Glò.
Il mio punto di riferimento per l'approfondimento culturale e non. Ci si informa, si discute ovviamente, si ride e si scoprono altri mondi editoriali. Con la grande competenza dell'uno e dell'altra. Irrinunciabile.


BLOG CHIUSI


SCAPPATO DI CASA di Metiu.

Il blog che mi manca di più. E non riesco ad aggiungere altro. Chi ha avuto la fortuna di incrociare Metiu nel mondo virtuale, sa che gran perdita sia stata la chiusura del suo blog. Non smetterò mai di rimpiangerlo e di volergli bene.



20 settembre 2015

Io sono verticale.



Io sono verticale

Ma preferirei essere orizzontale.
Non sono un albero con radici nel suolo
succhiante minerali e amore materno
così da poter brillare di foglie a ogni marzo,
né sono la beltà di un’aiuola
ultradipinta che susciti grida di meraviglia,
senza sapere che presto dovrò perdere i miei petali.
Confronto a me, un albero è immortale
e la cima di un fiore, non alta, ma più clamorosa:
dell’uno la lunga vita, dell’altra mi manca l’audacia.
Stasera, all’infinitesimo lume delle stelle,
alberi e fiori hanno sparso i loro freddi profumi.
Ci passo in mezzo ma nessuno di loro ne fa caso.
A volte io penso che mentre dormo
forse assomiglio a loro nel modo più perfetto –
con i miei pensieri andati in nebbia.
Stare sdraiata è per me più naturale.
Allora il cielo ed io siamo in aperto colloquio,
e sarò utile il giorno che resto sdraiata per sempre:
finalmente gli alberi mi toccheranno, i fiori avranno tempo per me. 

(Sylvia Plath)

TEMPO PER ME... Nonostante l'amarezza e il presagio che pervadono l'intera poesia, ho sempre pensato leggendola, ad un battito d'ali leggerissimo, all'imperfezione della mortalità e alla sua bellezza.




15 settembre 2015

I primi giorni di settembre.


Sono tornata più cattiva. 
Non so da cosa dipenda esattamente.
Forse i giorni di vacanza passati in un mood rilassato come poche volte mi sarà già capitato, invece di calare sui miei occhi i "famigerati" occhiali rosa, mi hanno fatto acuire la vista, l'udito e gli altri sensi.
Sopporto poco di tutti.
Mi infastidiscono le persone che ritengono di avere sempre ragione.
Quelle che hanno visto tutto e meglio di te.
Quelli che non vivono di dubbi, ma solo di certezze.
Che hanno le risposte ad ogni domanda.
Che scaricano sugli altri qualunque problematica.
Quelli che non dicono mai grazie.
I fancazzisti.
Gli opportunisti.
I qualunquisti.
Gli eterni indecisi.
Gli egoisti.

Quelli che usano i voli di stato per andare a vedere un'italiana vincere gli Open d'America. Perchè l'ha fatto anche Pertini. Giù le mani da Pertini.

Mi sto perdendo?
Sono scettica, intollerante a tutto e tutti. 
Polemica e poco conciliante.

Mi sono accorta che vorrei passare la vita altrove e non in quel luogo di lavoro triste e scellerato dove sono costretta ad accompagnarmi da quasi dieci anni.
E ogni tanto mi dico che dovrei cambiare nazione e continente.


Il che fare è un dramma.

Cambiare alla mia età non è mica una cosa facile.
Certo è che ci voglio provare.
E' uno dei buoni propositi del nuovo anno. Ai quali io non ho mai creduto. Mai fatti.
Ma se è vero come è vero che mi iscrivo in palestra (non ci posso ancora credere) sarà vero che è arrivato il momento di girare la chiave della vita lavorativa. SOLO?

Del resto un po' di movimento fa sempre bene.
E non è che debba essere sempre e solo orizzontale, no?

A bien tot.



08 settembre 2015

I libri di settembre.



Nuova rubrica del blog DOREMIFASOL.

Libri del mese.

Tutti i mesi vi segnalerò  libri da leggere. 
Che poi saranno quelli che leggerò o rileggerò pure io. Sperando di incuriosirvi e stimolavi, magari con un confronto. A partire dalle recensioni con le quali riterrò opportuno parlarvene da me.
A modo mio, come sempre.


SETTEMBRE.

Peppe Lanzetta - L'Isola delle Femmine - Edizioni CentoAutori.





22 racconti sul femminicidio. 
Lanzetta è un grande scrittore/drammaturgo/attore partenopeo. Uno dei suoi primi libri "Incendiami la vita" ha segnato un momento fondamentale della mia. 
I racconti saranno scarni ed essenziali come la sua scrittura. Per riflettere e arrabbiarci. 
Capita tutte le volte che un nuovo maledetto episodio si abbatte come un colpo durissimo sulle nostre spalle di donna. Abituate al dolore e ai ricorsi della vita. Perché non s'impara mai. E siamo sempre punto a capo.

" La mattina dopo, all'alba, Carlo la soffocò con della plastica che si era portato dal negozio. Gliela arrotolò intorno alla faccia e alla testa a mo' di involucro. Per punire quella lingua che aveva osato parlare, che aveva osato mettere in discussione quello che lui credeva amore. Carlo, l'amore, non sapeva nemmeno cosa fosse."

Louise Erdrich - Il Giorno dei Colombi - Edizioni Narratori Feltrinelli.

Ci riprovo con la Erdrich. Sebbene "La Casa Tonda" non mi sia piaciuta particolarmente.  E la storia mi ha lasciato un sapore amaro di fondo.Come di incompiuto.
Ma la scrittura determinata e vibrante rimaneva lì a colpirmi.
Stessa cosa per l'ambientazione in quell'America profondamente segnata dai nativi americani e il tratteggio preciso, fotografico dei protagonisti. Tutto ciò restano punti che non mi hanno lasciato indifferente. 
Per cui mi sembra giusto dare una nuova chance ad una scrittrice che unanimamente, viene definita  una delle più importanti autrici americane contemporanee.

"Gli vedo negli occhi quella luce. Ha una gran fame anche lui. E comincio a correre, ve lo dico io, scappo via come un coniglio, svelto. Io ho la velocità, ma so che lui ha la resistenza. Mi raggiungerà, se dovremo correre tutto il giorno, mi sfinirà. E appena rallenterò l'andatura, come no, mi sarà addosso. Accellero. E' il gioco del gatto col topo, della lince con il coniglio. Poi lui fa uno scatto e mi raggiunge."








Irène Némirovsky - L'Orchessa e altri racconti - Edizioni Biblioteca Adelphi.


La meravigliosa romanziera. Come la stessa casa editrice la definisce. Ed io non posso che annuire, silenziosamente. Asciutta e decisa, raffinata e  abile nel delineare un intero mondo in poche pagine.
Nove racconti. Nove narrazioni con temi ricorrenti e cari. Attesa, solitudine, oltraggi, nostalgia, passato.

"Ripetere tutte le sere lo stesso saluto, la stessa canzone, ridere sempre nello stesso identico modo, con quel gonfiarsi morbido e voluttuoso del collo, ancora bello e liscio come una colonna. Ida conosce il segreto del successo: resistere ad ogni costo, imprimere un'immagine immutabile di sé nella memoria degli uomini."







Alla prossima.


02 settembre 2015

Scraps: frammenti d'estate.


Sono rientrata nel pomeriggio di domenica scorsa. 

E a parte il disagio per i bagagli rimasti fermi ad Amsterdam e recuperati il giorno dopo, è filato tutto liscio.
Le vacanze, il tempo passato insieme. La mia famiglia.
Tre settimane in un soffio.
E ora rimangono frammenti.
Alcuni li condividiamo insieme, vi va?


La mia città: Benevento (foto Mariellaesseci)

Aperitivi da sorseggiare in compagnia (foto Mariellaesseci)

Sagre a cui non mancare: maialino, peperoni e patate (foto Mariellaesseci)

Natura da respirare: ulivi a Barletta (foto Mariellaesseci)


poetesse in erba per cui tifare: concorso  (foto Mariellaesseci)


shopping da fare (foto Mariellaesseci)


Il mio mare: sequenza giorno - Trani (foto Mariellaesseci)


Scorci romantici; i vicoli di Barletta (foto Mariellaesseci)


Il mio mare: sequenza notte - Trani (foto Mariellaesseci)


Fuochi d'artificio: Barletta (Mariellaesseci)

Un volo da prendere (foto Mariellaesseci)

Nuovi luoghi da visitare: Freedom Tower NYC (foto Mariellaesseci)

Poeti amati da ritrovare: Memorial 9/11 NYC (foto Mariellaesseci)


Nuove città da conoscere: Reflecting Pool - Washington (foto Mariellaesseci)

Parole da non dimenticare: Lincoln Memorial - Martin Luter King (foto Mariellaesseci)


se volete mi trovate anche su Instagram come #mariellaesseci.

Ben ritrovati.