AVEVO SAPUTO QUEL GIORNO CHE LA SCRITTURA ERA CAMPO APERTO, VIA D'USCITA.
(ERRI DE LUCA - IL PIU' E IL MENO)

I LIBRI DEL 2015


Gennaio:

1) MARIO CALABRESI -  NON TEMETE PER NOI LA NOSTRA VITA SARA' MERAVIGLIOSA - MONDADORI STRADE BLU'.
Non smettiamo di sognare. I sogni realizzati partendo dall'impossibile e dal possibile.
Ottimo contributo contro chi, ogni giorno ci dice che questo mondo è perduto. Voto 8.



2) ERRI DE LUCA - LA PAROLA CONTRARIA - FELTRINELLI EDIZIONI
Ma devo ancora aggiungere qualcosa alle parole di De Luca? No. Il libro  parla del perché un letterato esprimendo una sua personale opinione subisce un processo. La parola all'imputato. #IOSTOCONERRI. Voto 10.


Febbraio:

3) LOUISE ERDRICH - LA CASA TONDA - FELTRINELLI EDIZIONI.

Mi sono annoiata a morte. Ed è stata durissima finire il libro. Ma ce l'ho fatta. Sarà brava, sarà una grandissima scrittrice contemporanea, ma io passo grazie. Voto 5.



4) MARIO RIGONI STERN - IL SERGENTE NELLA NEVE - EINAUDI EDIZIONI.
Ne avevo un bel ricordo di lettura adolescenziale. Rileggerlo mi ha fatto comprendere ancora una volta come alcuni autori sia davvero ingiusto dimenticarli. Voto 7.



5)  MAYLIS DE KERANGAL . RIPARARE I VIVENTI - FELTRINELLI EDIZIONI.
Non pensavo che un libro lungo ventiquattro ore mi facesse così bene e così male. Duro, risoluto, bruciante. Come la vita e come la morte. L'autrice è stata una bella scoperta per me. Voto 8.




Marzo:


6) ALICE MUNRO - TROPPA FELICITA' - EINAUDI EDIZIONI.
La scrittrice premio Nobel 2013. Quasi un Carver in gonnella. Amara e lucida. La troppa (ironica) felicità che ci uccide. Mi hanno consigliato bene. Voto 7.



7) NICOLA PEZZOLI - CHIUDI GLI OCCHI E GUARDA - NEO EDIZIONI.
Ho aspettato il ritorno di Corradino per molto tempo. E sapevo che il mio compagno di giochi tornando non mi avrebbe deluso. Un altro libro di Nicola Pezzoli degno della migliore letteratura contemporanea. Noi che lo conosciamo non abbiamo dubbi, e speriamo che tutto il resto del mondo presto se ne accorga. Voto 9. Non gli do dieci altrimenti dicono che sono di parte.




8) MURAKAMI - NORWEGIAN WOOD TOKYO BLUES  - EINAUDI EDIZIONI. 
E' un libro che mi ha portato via molto più tempo di quanto pensassi. Una scrittura forte come non immagini, eppure viva e pulsante. Libro diviso in due parti. La prima quasi leggera. La seconda intensa come uno sguardo avvolgente. Riflessione di un giovane ragazzo sulla vita, la morte e l'amicizia. E sul continuare a vivere. Voto 7+






Aprile

9) ALDO CAZZULLO - LA GUERRA DEI NOSTRI NONNI - MONDADORI STRADE BLU'.
Mi ero ripromessa di leggere Aldo Cazzullo perché mi è stato detto bene e male e volevo farmene un'opinione personale. Forse non sono partita col piede giusto, leggendo un libro che in realtà è una cronaca della prima guerra mondiale scritta sulla base di lettere e storie di altri. Molto interessante per chi come me ama la storia. Ma per comprendere meglio un autore forse bisogna leggere qualcosa che sia solo suo. Voto 6.






10) PAOLO ZARDI - XXI SECOLO - NEO EDIZIONI.
Di questo libro non si può che parlare benissimo. Ma come mi capita a volte diventa riduttivo un semplice accenno sulle pagine. Di conseguenza ne farò un post. Per ora basta DEVASTANTE. Voto 10.



11) RENATA VIGANO' - L'AGNESE VA A MORIRE - EINAUDI EDIZIONI.
Passaggio obbligato. Un grande libro che ci prende per mano e ci accompagna lì dove la storia d'Italia ricomincia. VOTO 9.

Maggio

12) LUCA BIANCHINI - DIMMI CHE CREDI AL DESTINO - MONDADORI EDIZIONI.
Il nuovo libro di Luca è speciale. Divertente, romantico, intimista. Fa riflettere e ci trasporta avanti e indietro nel tempo.  Con la sua bella scrittura evocativa, basta un secondo e sei proprio lì su quella panchina dove vorresti che il tempo si fermasse per sempre. VOTO 7


13) PHILIP ROTH - L'ANIMALE MORENTE - EINAUDI EDIZIONI.
Ogni volta che lo leggo resto turbata. Ma mai delusa. In questo libro di toccante umanità e debolezza lo scontro tra eros e morte è potentissimo. Il vecchio professore sicuro di sè e la giovane fanciulla conturbante. E tutte le certezze crollano. La vita sempre specchio di se stessa. VOTO 8




14) TRUMAN CAPOTE - COLAZIONE DA TIFFANY - EDIZIONI GARZANTI
Holly e Truman. Così diversi e così uguali? Holly e la bellezza, l'incoerenza e l'essere sempre se stessi a qualunque costo. Holly e il diritto di cercare il proprio posto nel mondo anche accettando compromessi. Holly la bellezza e il rimpianto. Grandissimo romanzo, enorme autore. Riletto con il massimo piacere. VOTO 9


                                                    


Giugno

15) JEZABEL - IRENE NEMIROVSKY - EDIZIONI ADELHI
Argomento attualissimo quello dell'effimero, dell'immagine, del potere dell'apparenza che si impone nettamente sull'essere. Il personaggio della protagonista Gladys è quasi volgare nella sua ossessione di rimanere eternamente giovane. Mi ha toccato come di consueto, la potenza della scrittura e allo stesso momento la sua raffinatezza. Sublime autrice. VOTO 8.





Luglio

16) IL PAESE DEI COPPOLONI - VINICIO CAPPOSSELA - NARRATORI FELTRINELLI

E' un libro difficile. Ma gli scritti di Vinicio (che siano canzoni o romanzi) non lo sono mai.
Del resto è un uomo complicato. Introverso con dentro la sua terra. Che è la stessa mia. L'eco dell'Irpinia che torna sempre. Mi basta. VOTO 8



17)  L'AMICA GENIALE - ELENA FERRANTE - EDIZIONI E/O
Non sappiamo che faccia abbia, se sia uomo o donna, quale sia la sua voce. Ma sappiamo come scrive. Almeno noi che la stiamo leggendo. E ci piace, tanto. Tantissimo.
La memoria come scrigno da coltivare, dove ritrovarsi, per continuare a vivere. Un romanzo che ho letto sempre più convinta che avrei voluto scriverlo io. VOTO 8.



18) CECITA' - JOSE' SARAMAGO - EDIZIONI FELTRINELLI.
E lo dico: il primo libro del premio Nobel che leggo.  E ho fatto una notevole fatica ad abituarmi alla sua scrittura. Niente virgolette per sottolineare i dialoghi, pochissimi punti, assenti le virgole. A me piace la scrittura fluida che viene naturale e accompagnata da spazi da prendersi, per sottolineare frasi e momenti. Invece mi rimane addosso tanta confusione dopo la lettura. E la confusione non mi ha aiutato a capire cosa c'era dentro.  Certo è riuscito a schiaffeggiare parecchio e questo è un grandissimo dono.
Avrò di sicuro bisogno di leggerlo ancora. Perché "non siamo diventati ciechi, lo siamo".
VOTO 7




Agosto:

19) STORIA DEL NUOVO COGNOME - ELENA FERRANTE - EDIZIONI E/O



















20)  STORIA DI CHI FUGGE E DI CHI RESTA - ELENA FERRANTE EDIZIONI E/O




21) STORIA DELLA BAMBINA PERDUTA - ELENA FERRANTE - EDIZIONI E/O





Due parole sulla quadrilogia della Ferrante sulla quale poi scriverò la mia prima recensione negativa.
Non si può fare a meno di leggere tutti e quattro i libri. Dopo il primo sono inevitabili gli atri tre. Ci ho passato le ore di riposo della mia vacanza. Sono come le telenovelas sudamericane che tutti abbiamo seguito da piccoli. Pur sapendo che avremmo potuto impiegare meglio il nostro tempo. Con i libri della scrittrice? napoletana è stato uguale. Il primo mi aveva intrigrato per gli odori, i colori e pure la scrittura. Ma dal secondo all'ultimo è noia. E basta. VOTO MEDIO 6.


Settembre:



22) L'ISOLA DELLE FEMMINE - PEPPE LANZETTA - EDIZIONI CENTOAUTORI

Ordine e follia, un viaggio immaginario attraverso la nostra penisola. Drammatico, crudele e devastante. Come la vita di ognuno di noi, se attraversiamo lo specchio. Per non farci buttare oltre le spalle il dolore, la nefandezza, la violenza che subiamo ogni giorno.VOTO 10.





23)  LE TARTARUGHE TORNANO SEMPRE - ENZO GIANMARIA NAPOLILLO - EDIZIONI FELTRINELLI

"L'Isola è di chi parte e di chi arriva. Non di chi se ne va. Non di chi dimentica". L'isola è Lampedusa. L'isola è di chi vuole cambiare, vuole essere. Gran bel libro in cui poesia e realtà si confondono e si uniscono lasciandoci in balia di un incanto. VOTO 8.



24) IL GIORNO DEI COLOMBI - LOUISE ERDRICH - EDIZIONI FELTRINELLI

Bene, io mi sono arresa. La confusione che pervade le opere della Erdrich non fa per me. Tante storie che si incrociano e si contrappongono, nel mio caso riescono solo a farmi venire mal di testa. Abbandonata a quasi cento pagine. E ho cercato eh... Niente da fare, non fa per me. VOTO 4




25) NON AVEVO CAPITO NIENTE - DIEGO DE SILVA - EDIZIONI EINAUDI
Non conoscevo l'autore, anzi a dirla tutta pensavo fosse spagnolo. Poi in biblioteca comincio a sfogliare le prime pagine di questo libro e lo trovo surreale e assolutamente divertente. Lo leggo d'un fiato. Scopro che è un bravissimo autore partenopeo finalista in una passata edizione dello Strega. Non lo ha vinto, penso sia un merito. Il libro letto è il primo di una trilogia. Lo leggerò anche gli altri. VOTO 7




Ottobre.


26) CHARLOTTE - DAVID FOENKINOS - EDIZIONI MONDADORI
La storia intensa e drammatica della pittrice Charlotte Salomon, uccisa barbaramente dai nazisti durante la seconda guerra mondiale. Altra scoperta, sia lei che l'autore. Aldilà della vicenda la bravura dell'autore che non cade mai nel patetico. E la sua prosa, tutta in versi. Già un libro sincopato che ci trasmette tutta la passione e tutta la forza della protagonista. VOTO 7


27) LA FORMA DELLE COSE - TRUMANE CAPOTE - EDIZIONI GARZANTI.
Non avevo ancora letto i suoi racconti. Alcuni suggestivi, altri che ho fatto fatica a comprendere. Surreale, cinico, arrogante. Grande. VOTO 7


28) L'ORCHESSA - IRENE NEMIROWSKY - EDIZIONI  ADELPHI.
Grande, grande, grande. VOTO 10.


29) PRIMA I BAMBINI - TONI MORRISON -  EDIZIONI SPERLING&KUPFER
La grande scrittrice afro-americana, torna con un libro crudele ed intenso. Un libro che colma la misura della riflessione sui bimbi, meravigliosi portatori di speranza che non dobbiamo mai smettere di proteggere. Il premio nobel per la letteratura ci stende ancora con le sue parole. Massacrandoci. VOTO 8.

30) APPUNTAMENTO A POSITANO - GOLIARDA SAPIENZA - EDIZIONI EINAUDI
Non conoscevo l'autrice e l'ho amata subito. Le belle, bellissime scoperte che si fanno un po' per caso quando si curiosa in biblioteca. Romana, con una vita al limite, ci insegna la misura e potenza dell'amicizia, in questo affresco ambientato a Positano. In modo incantevole. VOTO 8



Novembre

31) IL PIU' E IL MENO - ERRI DE LUCA - EDIZIONI FELTRINELLI

Ogni volta che leggo un nuovo libro di De Luca, imparo qualcosa di lui che ancora non conoscevo. La scoperta dell'uomo e della sua vita rimane percorso formativo per me. Nelle mie corde la musica che esonda dalle parole. Non posso fare a meno di pensare che vorrei non finisse mai. VOTO 10

32) I VACANZIERI - EMMA STRAUB - EDIZIONI RIZZOLI.

E' stata una lettura divertente. Come affacciata alla finestra della loro casa vacanza, mi sono goduta il racconto dell'estate in Spagna della famiglia Post. Una vacanza piena di amici, di storie che si intrecciano, di migliaia di problemi e di soluzioni. Scritto in tono ironico ma non feroce, pronto a far riflettere e a sorridere. VOTO 7


33) L'AMORE IN UN CLIMA FREDDO - NANCY MITFORD - EDIZIONI ADELPHI

Come ho già raccontato sul mio blog, la Mitford è un passo obbligato per chi voglia raccogliere e proseguire l'evoluzione della famiglia Bennet di Jane Austen. Ironia e cinismo che ci stanno tutti per raccontare l'alta società inglese durante gli anni tra la prima e la seconda guerra mondiale. Meraviglioso, irridente affresco. VOTO 8.




Dicembre 


34) SOLO BAGAGLIO A MANO - GABRIELE ROMAGNOLI - EDIZIONI FELTRINELLI

Non posso evitare di consigliarlo a tutti. Rapita dai suoi pensieri e riflessioni. Dalla chiarezza, dall'essenzialità. VOTO 8.


35) LA FEROCIA - NICOLA LA GIOIA - EDIZIONI EINAUDI

L'ho letto con grande fatica. La prima parte anche con noia, la seconda molto più velocemente, perché non credevo a quello che ci vedevo. Una violenza senza scrupoli. Una ferocia senza limiti. Nessuno salva nessuno. A distanza di qualche giorno non so ancora dire se ne consiglio o meno la lettura. Forse no, perché bisogna avere un bello stomaco per girare quelle pagine. Senza nulla togliere allo scrittore, bravissimo. VOTO 6. Solo perché è un'esperienza che non ripeterò.



36) L'AMANTE GIAPPONESE - ISABEL ALLENDE - EDIZIONI MONDADORI.

L'ultimo libro dell'anno. Accidenti a me, potevo finire in gloria e leggere un libro divertente. Invece mi sono sciolta in un mare di lacrime. Altri personaggi e altra storia della mia autrice preferita che rimarranno ben impressi nella mia memoria. Da leggere assolutamente. VOTO 8.







A Conclusione di quest'anno devo dire che ho letto di più di quello che mi aspettavo ma di meno di quello che avrei dovuto. Troppa vita attorno. Vediamo cosa mi proporrà il nuovo anno. Buone letture a tutti voi che avete trovato il tempo di leggermi. Un abbraccio.

















4 commenti:

  1. Ciao Mariella,
    grazie per il commento positivo al mio blog. Mi piace molto questo tuo spazio per i libri, io sono un'avida lettrice e li elenco in un vecchio quaderno, e quando lo sfoglio all'indietro mi sembra di incontrare vecchi amici o di rivivere momenti di delusione se mi hanno lasciato un cattivo ricordo. I libri spesso ci capitano fra le mani senza averli chiamati, e quando ci sorprendono a me sembra di volare! Ho adorato "Riparare i viventi" (devo ancora riprendermi del tutto dopo due mesi) e ho trovato "La casa tonda" un romanzo sciatto e poco interessante. Quanto alla Nemirovsky...è divina.
    Ora sono su "Benedizione" di Kent Haruf, ti farò sapere.
    Ti aspetto sempre sul mio blog di pentole e padelle per parlare di cucina e di letteratura.
    Sarà una bella commistione :-)
    A presto,
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna, benvenuta da me. Sono contenta ti sia piaciuto lo spazio libri. Anche io una volta elencavo i libri letti durante l'anno sulla mia agenda. Poi, ho creato le varie pagine sul mio blog. Immagino ti piacerà anche il mio ultimo post allora. Tanto per cambiare parlo di libri. Ho una rubrica fissa una volta al mese. Anche io ti aspetto da me. E continuerò a venirti a trovare. Il cibo e la cultura spalancano mente e cuore.

      A presto.

      Elimina
  2. Di Calabresi ne ho letti altri. Questo no.. non ancora. :)
    Murakami per me è diventato intoccabile! Priopio ora sto leggendo Dance Dance Dance e ne ho altri 6/7 in lista desideri in attesa di soldini
    Romagnoli.. come scrive i racconti lui.. non c'è nessun altro. Lo adoro!
    Di Nemironsky ho da leggere Suite francese e ho letto Il calore del sangue. Bello e struggente, VEro!
    Di De Luca... questi non li ho letti ma tu lo sai che non lo amo in modo particolare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io di Calabresi li ho letti tutti.
      Questo è molto bello, te lo consiglio.
      Anche della Nèmirovsky, ti "distruggerà" Suite Francese"...
      So che non ami De Luca, ma mica possono piacere tutti eh ;)

      Elimina

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)